Death

serian_inn


Locanda dimensionale

Archivio delle fanfiction di Harriet


Previous Entry Share Next Entry
[Sherlock BBC] Il Piano
Doctor Who - Ten
harriet_yuuko wrote in serian_inn

Fandom: Sherlock (BBC)
Titolo: Il Piano
Rating: Giallo
Conteggio parole: quasi 500
Personaggi: John
Avvertimenti: SPOILER per la fine della II stagione!



Il Piano


Da persona lucida e matura, John sa che non è sano rimanere attaccato a quello che si è perso. Però è anche abbastanza intelligente da sapere che cercare di andare avanti non significa non sentire una mancanza devastante di quello che si è perso.
Mesi dopo l'evento, vive in un appartamento confortevole dall'altra parte della città rispetto a casa loro, lavora molto ed esce con un gruppo di amici piuttosto piacevole. Ha persino ricominciato a sentire Harry con una certa regolarità. (Però ha smesso di vedere la terapista, constatata l'inutilità della cosa. Del resto non era stata nemmeno in grado di risolvere il problema della sua gamba, due anni prima, no? Settimane di terapia, ed era bastato inseguire un taxi per buttare via il bastone...)
A chi glielo chiede, risponde che non se la cava affatto male, ed è vero.
L'unica abitudine che gli è rimasta (anche se ultimamente è migliorato e sta riuscendo a togliersela) è una cosa che gli capita di fare soprattutto di notte, quando rientra dopo una bevuta o un turno, e le strade di Londra lo sorprendono con un agguato di ricordi.
Allora comincia a rimettere in fila davanti a sé tutti i pezzi e cerca di dare loro un ordine. Prende gli eventi e le parole di quei giorni, tutti gli episodi, persino i dettagli più insignificanti, e li passa in rassegna con estenuante precisione, anche quando la cosa comincia a farsi dolorosa, cercando di trovare un collegamento, di ricomporre un'immagine, di mettere in relazione tra sé una frase, un gesto, un particolare...
Perché lui non era tipo da fare una cosa totalmente a caso. Le persone come lui non si ritrovano a corto di soluzioni. Hanno sempre un piano di riserva.
Le persone come lui non saltano giù dai palazzi senza avere un obiettivo ben preciso. Se ha deciso di farlo, c'era un motivo. Era l'unica cosa da fare.
Era il suo Piano.
E John, che non è mai stato nemmeno lontanamente come lui, cerca di rimettere insieme i pezzi del Piano e dare loro un ordine, per capire come mai fosse tanto importante quel salto a tradimento, quella fine ingloriosa e insensata, quella menzogna da far credere al mondo.
Di solito quei suoi penosi tentativi si concludono con un nulla di fatto, molta frustrazione e un certo quantitativo di rabbia. Allora ritorna al suo appartamento confortevole, con la consapevolezza amara che una risposta non l'avrà mai.
A chi glielo chiede, risponde che non se la cava affatto male, ed è vero. Il mondo va avanti e le cose si fanno più tranquille, più sensate.
E' solo che qualche volta, di notte, l'ombra del Piano si affaccia nella sua mente. In quei momenti la cosa peggiore non è il ricordo, è qualcos'altro. Somiglia alla speranza. Speranza di cosa, lui non lo sa, ma è l'unico nome che riesce a darle. E, davvero, è abbastanza intelligente da sapere che sarebbe meglio se quella speranza non esistesse.


  • 1
Bello, bello, bello. Non so davvero che dire, è John puro, da straziare il cuore.

Straziante. Bello ma straziante. John che va avanti, come tutti fanno e anche lui farebbe. Il fatto che cerchi di ricostruire il Piano mi fa un po' pensare a come Sherlock risolve i casi e che John cerchi di fare lo stesso. L'idea mi intristisce un po'.

Questa recensione partecipa a Recensioni d'Estate @ maridichallenge.

Grazie del commento! <3
l fatto che cerchi di ricostruire il Piano mi fa un po' pensare a come Sherlock risolve i casi e che John cerchi di fare lo stesso.
Sì, penso che mentre scrivevo ci fosse un po' anche l'intenzione di far emergere questo, in sottofondo!^^

Quanto dolore T_T cioè, generalmente non leggo fic post-Reichenbach, ma questa era tanto delicata e dolorosa allo stesso tempo, specialmente nell'impotenza di John che non può fare altro che raccattare i pezzi e provare ad incastrarli nel puzzle senza farcela ;_; *abbraccia gente a caso* mi è piaciuta e mi ha fatta angstare :'(

Questa recensione partecipa a Recensioni d'Estate @ maridichallenge.

Grazie di aver letto, angstato e commentato! <3
(Io avevo giurato che non avrei mai scritto una fic post TRF ed è la seconda, pensa un po'...XD)

  • 1
?

Log in

No account? Create an account