Death

serian_inn


Locanda dimensionale

Archivio delle fanfiction di Harriet


Previous Entry Share Next Entry
[Inception] L'Architetto
Tori Amos
harriet_yuuko wrote in serian_inn

Titolo: L'Architetto
Fandom: Inception
Genere: Introspettivo
Personaggi: Ariadne
Note: Ambientata durante il film, poco dopo il momento in cui Ariadne accetta il lavoro. Ispirata dal prompt Catturasogni, preso dalla lista di prompt sponsorizzata da levy, kitten_21 e inomuiro. Dedicata alle creatrici della lista.
Anno: 2010




L'Architetto

Accanto al letto di Ariadne, appeso a una mensola, c'è un acchiappasogni. C'è sempre stato. E' un regalo di un amico, un oggetto dell'adolescenza, qualcosa che ormai fa parte della fisionomia della stanza.
Sono passati pochi giorni da quando Ariadne ha detto di sì al progetto di Dom Cobb, e questa sera quando, posa per caso gli occhi su quell'oggetto familiare, è come se l'avesse visto per la prima volta.
Si siede alla sua scrivania, senza smettere di guardare l'acchiappasogni. Quell'oggetto innocuo, una simbolica protezione contro gli incubi, la getta proprio al centro delle domande che si agitano nella sua mente, quelle che lei cerca di lasciare lì, addormentate.
Ma tutto quello che ha a che fare con i sogni adesso assume un significato molto diverso, per lei. E non può più fuggire dalle domande. Così si ferma a pensare, e pensa che ha detto di sì. Ha detto di sì a qualcosa di insolito, strano, folle, enorme, la tua vita cambia per forza, dopo che hai detto di sì a una cosa del genere.
Ha detto di sì. Era spaventata, era confusa, e poi all'improvviso tutto è stato spazzato via dalla curiosità, dal gusto di vedere, immaginare, creare, costruire. La paura se n'è andata e lei ha deciso che voleva farlo. Ha detto di sì.
E se ora volesse tornare indietro? Potrebbe farlo? In realtà avverte davvero la tentazione di tornare indietro?
E' la scelta giusta? Si è preclusa da sola altre strade?
A un certo punto le domande le danno tregua. E Ariadne realizza cosa hanno fatto le sue mani, mentre era persa nei pensieri: guidate dall'istinto, hanno spostato tutti gli oggetti sulla scrivania e li hanno sistemati in un altro modo, creando una sorta di fortezza in equilibrio precario, un incastro affascinante di forme e colori.
Ariadne guarda di nuovo l'oggetto che ha scatenato quella riflessione, guarda la torre sulla scrivania e sorride, con la soluzione chiarissima, lì davanti.
Forse non si è preclusa nessuna strada. Forse ne ha imboccata una disegnata solo per lei.


  • 1
Grazie di aver letto e commentato, cara! <3

interessante come studio e la frase che mi ha colpito di più: In realtà avverte davvero la tentazione di tornare indietro? trovo che sia perfetta per il personaggio!!!

Grazie della lettura e del commento!^^ Lieta che tu abbia apprezzato.

Oooooooooh. Molto interesse per il film, poco interesse per il fandom, molto interesse per te che tratti il film. Ariadne mi è piaciuta molto e mi sembra che questo studiolo la catturi perfettamente, sia per le riflessioni sia per le piccole azioni e i rapporti fra le due!

Awww, sono felice che anche se il fandom ti prende poco tu abbia letto! <3 Grazie del commento!

Mi è davvero piaciuta questa riflessione, nata da un semplice oggetto che assume nuovi ed inaspettati significati, una volta che ha accettato la proposta di Cobb.
Complimenti ^^!

Grazie davvero, per la lettura e per il bel commento!

^ ^ dopo la messa cantata ma alla fine sono arrivata...
bellina da morire, mi è piaciuta tanto la 'rivoluzione concettuale' che subisce l'oggetto di uso comune dopo aver preso la decisione di aderire all missione di Dom. Cara lei... =))

  • 1
?

Log in

No account? Create an account